Tomma lo spacca obiettivi

La sveglia in campeggio ormai ha una costante: la visita della gallina da compagnia che quotidianamente accorre ad impietosire Yobby e Daddy per farsi dare del cibo.

01_IMG_9873.jpg

Nutrito tutto il pollame della zona, si può partire per Arles con un tempo variabile tra il nuvoloso ed il tristemente piovoso, ma all’arrivo alla prima destinazione di giornata il meteo inizia a migliorare miracolosamente.

Si parcheggia nei dintorni del mercato, che è una vera occasione per il nuovo imperatore dell’alimentazione sconsiderata. Alle 10 non si può dir di no ad un bel rinforzino alla colazione con mezzo chilo di fragole.

02__TOM7344.jpg

Arles regala un ottimo ripasso della storia e della architettura romana da gustare passo per passo attraverso le vie della città: una vera e propria perla regalata a porci immeritevoli di tanta cultura. Tant’è che comunque i Tomassini ed i Panetta acquistano un pass per l’ingresso a 4 attrazioni dove potranno senza dubbio mostrare tutta la loro inettitudine.

03__TOM7371.jpg

Il monumento scelto per essere visitato per prima è l’anfiteatro.

04__TOM7382.jpg

05__TOM7392.jpg

Qui nell’anfiteatro si possono scegliere diversi spettacoli tra cui le rappresentazioni dei combattimenti dei gladiatori e lo smontaggio di parte delle tribune da parte della Ale per recuperare un preziosissimo pacchetto di Grisbi.

06_IMG_0217.jpg

Prima di abbandonare l’antica arena romana, si fa sosta ai bagni pubblici ed è qui che accade l’impensabile. Tomma gira la maniglia della toilette degli uomini che però risulta occupata: contemporaneamente si sente un urlo disumano provenire dall’interno. Preoccupato il gruppo si domanda quale essere possa abitare il cesso pubblico e cosa mai possa essere successo al suo interno.

Dopo qualche minuto viene svelato l’arcano: dal bagno degli uomini esce una donna che, delirando, spiega che aveva agganciato alla maniglia del bagno la propria macchina fotografica che, ovviamente, al tentativo di Tomma di entrare, è ignobilmente precipitata per terra.

Il genio fatto donna mostra così il risultato finale: obiettivo polverizzato. La risposta di Tomma non lascia spazio ad interpretazioni: con dito picchiettante sulla tempia, laconicamente riferisce alla donna di aver appena vinto il premio nobel per la migliore scoreggia nel cervello.

Terminato lo scherno, si può uscire dall’anfiteatro per coronare al meglio la mattinata, sgrufolando panini a più non posso.

07_IMG_9879.jpg

Il tour nella antica provincia romana prosegue con il teatro dove, stranamente, non accade nessuna cosa assurda.

08__TOM7416.jpg

09__TOM7427.jpg

Il passo successivo è la Place de la Republique, dove si può ammirare il fantastico obelisco (probabilmente rubato a qualche altra nazione).

10__TOM7433.jpg

Tutta questo ripasso di storia necessita l’implementazione di zuccheri per le povere giovani menti provate da cotanto sforzo.

11__TOM7434.jpg

12__TOM7438.jpg

L’ultimo sforzo della maratona di Arles sono i criptoportici: luogo appositamente lasciato senza alcuna illuminazione per mascherare con maestria la totale mancanza di cose interessanti.

13__TOM7461.jpg

14__TOM7463.jpg

A metà pomeriggio il giro per la città è finito ed i più piccoli Daddy e Simone mostrano una leggerissima stanchezza.

15__TOM7473.jpg

Manco a dirlo, appena risaliti in macchina, i due crollano miseramente.

16_OQXU7579.jpg

17_IMG_0232.jpg

Dopo poco si raggiungono le Saline di Giraud, dalle acque rosa e montagne bianche.

18__TOM7482.jpg

19__TOM7483.jpg

Qui nel punto panoramico di può anche godere appieno dell’elemento meteorologico prevalente del pomeriggio: una leggera e piacevole brezza marina soffia alla gradevole velocitò di un tornado del Nebraska.

20__TOM7477.jpg

Anche all’idilliaca spiaggia di Piemanson la situazione non cambia e, mentre sportivi con il kite surf vengono soffiati via verso la stratosfera, un intrepido pelato si avventura senza speranza per rovinare irrimediabilmente la propria attrezzatura fotografica.

21_IMG_0227.jpg

22__TOM7506.jpg

Il vento che penetra ogni orifizio umano suggerisce che forse è il momento di correre in salvo verso il campeggio dove ci si può abbandonare alle ultime attività di giornata tra cui cercare (e riuscirci, si conteranno 2 feriti gravi, Daddy e Sara) di spaccarsi la testa sul materasso elastico…

23_IMG_9889.jpg

… cenare possibilmente palesando l’espressione più demente possibile…

24_IMG_9905.jpg

… accrescere la propria lucidità mentale con ettolitri d’alcol…

25_IMG_9903.jpg

… ed in conclusione scrivere con soddisfazione assoluta la cartolina per ora più brutta del mondo.

26_IMG_9906.jpg

 

Da: Junas
A: Junas
Km parziali: 213
Km totali: 1092
Posti: Arles
Salin de Giraud
Plage de Piemanson
Notte: Camping Les Chênes
Temperatura: min 15 max 19
Meteo: Nuvoloso, sereno
Note: Vento abominevole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...