Arrosto tropicale quasi pronto

Da: Phuket
A: Phuket
Km parziali: 60
Km totali: 1737 (in auto in Thailandia)
Posti: Ya Nui
Notte: Vivi Bungalow Resort
Temperatura: min 28 max 33
Meteo: Sereno
Note: La salute migliora… più o meno

Ormai anche quando si può dormire un po’ di più, il gruppo si sveglia molto presto, chiaro sintomo del fatto che ormai gli organismi sono fuori controllo totale. Il risveglio di stamattina porta con sé però una lieta novella: Yobby e Gaia sono sopravvissute alla nottata! Un po’ cadaveriche, ma sembrano in netta ripresa!

01_dsc3973

Nonostante il netto miglioramento, per la mattinata si decide di sfruttare la piscina fronte stanza per rilassarsi e recuperare ulteriori preziose forze.

02_dsc3979

Tomma decide invece di partire in esplorazione dei dintorni selvaggi dell’isola: come un novello Indiano Jones, si avventura tra le spiagge e foreste tropicali. Purtroppo il suo epico giro durerà solo 15 minuti: alla prima fermata, sceso dalla macchina il tremendo demente decide di abortire immediatamente causa sudore incontrollato. La temperatura decisamente elevata suggerisce di raggiungere immediatamente il resto della famiglia in piscina.

03img_7439

Anche qui in Thailandia, l’otaria ha modo di farsi conoscere. Il resto della famiglia si rintana in stanza per la vergogna.

Arrivata l’ora del pranzo, si consuma un pasto che metterebbe tristezza anche al reparto di geriatria dell’ospedale.

05_dsc3981

Per fortuna si corre ai ripari con il dolce con ingredienti talmente inquietanti che solamente uno xenofobo sadico e sanguinario potrebbe pensare di mettere insieme.

06_dsc3986

Al pomeriggio si è unitamente decisi: dopo un giro veloce al luogo di perdizione per antonomasia Patong (degno di num. 0 foto scattate!), si va al mare alla bella spiaggia di Ya Nui per un bagno in mare e una bella cottura al sole.

07_tom0778 08_tom0784

Se possibile ora il sole picchia ancora di più, tanto da completare la totale esfoliazione ed esportazione di diversi strati della pelle di Tomma per ustioni di 3o grado. Verrà quindi assimilato al maiale alla griglia degli infiniti banchetti di street food, infilzato tramite spiedo e venduto come prodotto di terza scelta.

09_tom0841

In attesa della fine cottura dell’indicibile cazzone avariato, il resto del gruppo si gode il tramonto che nel frattempo giunge.

10_tom0857 11_tom0861

Si fa ritorno alla base: visto il caldo ancora elevato, alla vista della piscina quasi tutti si buttano in piscina senza neppure premurarsi di spogliarsi e togliersi lo zaino.

12_dsc3988

La parte critica del virus sembra ormai superata: l’appetito è tale infatti da procacciare cibo nel primo posto più vicino al resort dove stanno Gaia & co.: per fortuna si tratta di una pizzeria e non di un locale russo specializzato in vodka artigianale.

13_dsc3989

Anche il penultimo giorno termina, ma la vera notizia è che allo stato attuale tutti i componenti sembrano riuscire ad arrivare a fine vacanza… anche se tutti in condizioni orrendamente pietose!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...