Primo giorno, sono cazzi!

Da: Keflavik
A: Keflavik
Km parziali: 122
Km totali: 122
Posti: Reykjavik
Laguna Blu
Notte: B&B Guesthouse
Temperatura: 10 – 15
Meteo: Nuvoloso – Pioggia e vento
Note:

Nonostante le poche ore di sonno, Tomma,Yobby e Gaia sono svegli di buon ora, desiderosi di sfruttare fin dall’inizio la propria esperienza islandese. Yobby, aprendo gli occhi, comunica al mondo che ingurgiterebbe ben volentieri un caprone intero. In un attimo la colazione self service è pronta.

01

Per la gioia di piccoli e grandi ciccioni

02

Finita la colazione da campioni con tanto di panini al salame e formaggio, la macchina a noleggio compare come per magia davanti al bed & breakfast: una Kia Cee’d wagon nuova di pacca. E la truppa apprezza decisamente il mezzo che dovrà scorrazzarli in giro per tutta l’isola.

03

Il tempo pare clemente, non piove anche se è coperto e non fa freddissimo, quindi si può quindi partire alla conquista di Reykjavik, dove si fanno i primi strani incontri più o meno imbalsamati.

04

05

Mentre le donne sono intente nella socializzazione con le bestie locali, Tomma trova un mezzo assolutamente consono per girare la città in un giorno di pieno gay pride.

06

Verrà in seguito inseguito da un’orda di vichinghi omosessuali in astinenza…

Dopo una manche del campionato mondiale di pampano (o paradiso, come pare essere chiamato a Sanremo),

07

i tre raggiungono la Hallgrimskirkja, la chiesa più famosa della città, da cui si gode un panorama non male.

08

09

All’interno, Tomma viene subito additato come peccatore e Gaia e Yobby si siedono per godere in pieno del tentativo di esorcismo, ovviamente fallito tragicamente!

10

La camminata per la città mette un leggero appetito alla piccola del gruppo, che pare avere una convulsione al momento in cui riesce a scorgere un’insegna amica…

11

Quello che pareva un attacco epilettico era pura e semplice felicità, accompagnato da uno sbrano da competizione: 1 metro e 20 cm di panino è servito!

12

All’insegna di “ad ognuno il suo”, Tomma e Yobby decidono di svaligiare il famoso Bæjarins beztu pylsur… a detta degli Islandesi, il migliore hot dog del mondo. Non si sa con certezza se è davvero così, ma c’è comunque chi approva il prodotto locale!!

13

Dopo aver mostrato segni di recupero cerebrale, dopo l’incontro con l’ora del mattino, Yobby purtroppo ha un’ennesima ricaduta, gridando a squarciagola “ecco il mio amico”.

14

Strappata Yobby a forza dal troll, si può finalmente raggiungere l’Harpa

15

16

ed in seguito la Solfar, un intreccio di mega forchettoni che gli islandesi spacciano come nave vichinga stilizzata.

17

Finalmente, dopo tanto pellegrinare, ecco che i tre arrivano a quella che forse è l’attrazione più bella e più prestigiosa di tutta l’Islanda: il museo fallologico islandese. Qualcuno palesa una gioia eccessiva e preoccupante!

18

All’interno di questo museo del cazzo, poche sono le parole che possono descrivere l’esperienza avuta, tra tentativi di spiegazione…

19

comprensibile imbarazzo…

20

letture di approfondimento…

21

Dopo una meritata sosta al bagno,

22

prima di uscire a Tomma, Yobby e Gaia non resta altro che dire… “ma che cazzo!!!”

23

Dopo un’esperienza culturale così provante, ci si deve assolutamente fermare a rifocillarsi con un po’ di caffeina!

24

Ultima sosta a Reykjavik è il Perlan, dove la terrazza regala un bel panorama sulla città.

25

Mentre Tomma si bea della vista, Yobby e Gaia, in preda a chiara lobotomia, fissano per un’ora un triste buco nel terreno, spacciato per geyser artificiale.

26

Prima di completare il giro odierno, arriva anche il momento di procacciarsi un po’ di cibo economico per la sera in un supermercato. Una volta avvistata l’insegna del Bonus, Tomma non esita un momento a fiondarsi al suo interno!

27

Il tempo, che finora aveva retto in modo egregio, ora regala la prima pioggia in Islanda. Così, tra una preghiera e l’altra di Tomma, si arriva alla Laguna Blu con 10 gradi, vento gelido che giunge dal polo Nord e una fantastica pioggerellina battente. Dopo qualche tentennamento, i tre poveri decerebrati decidono di godersi un bagno nelle acque bollenti della Laguna. Peccato solo che prima si debba affrontare una passeggiatina all’aria aperta in costume e infradito.

28

Incredibile ma vero, tutti e tre sopravvivono ad una esperienza termicamente al di là di ogni umana comprensione e si godono il meritato relax, con una pelle ora liscia coma il culetto di un bambino.

29

Così quasi alle 23, non resta altro che tornare al bed & breakfast per godersi una cena da signori (!)

30

Prima di crollare a letto, Yobby e Tomma si gustano il loro ormai consueto Skyr. Purtroppo questa volta, l’incomprensibilità della lingua locale li porta a commettere un errore imperdonabile: lo skyr questa volta è di latte di capra!

31

Praticamente una crema di pecorino aromatizzata alla fragola… da veri intenditori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...