Missione Nessie

Da: Kirkwall
A: Braefield
Km parziali: 287
Km totali: 2053
Tempo: Variabile
Temperatura: 11-22° C
Avanzamento apprendimento Golden: Dolorante

Questa volta la sveglia alle 6 è una dura realtà; c’è bisogno di andare a prendere il traghetto per tornare in madre Scozia. Ci si prepara a tempo di record e si effettua una sosta ai box del supermercato per comprare la colazione senza far spegnere il motore e ripartire subito verso il mare.

Questa volta la sofferenza del risveglio viene ripagata con una alba serena

Si arriva al porto e si effettuano le pratiche per l’imbarco ma prima di mettere i piedi sul traghetto, assaliti dai morsi della fame, si consumano voracemente le brioches ed un liquido freddo che porterà sicuramente a risultati catastrofici

Finalmente si sale a bordo, si individua il bar e si corre a cercare una bevanda calda e preferibilmente con una elevata concentrazione di caffeina… al momento di pagare ecco la disgrazia. Dalla tasca di Tomma cadono a terra le monete ed una comincia a ruzzolare per tutta la nave alla velocità della luce finchè non viene placata dalla stesso LostBikers prima di finire in mare aperto con un applauso di tutti i passeggeri.

Dopo lo sbarco si corre verso il paese che se la tira come il paese più a nord del Regno Unito (pur non essendolo): John O’Groats. La guida descrive la località come orribile ma, a dir la verità, sotto una intensa pioggerellina i tre non la trovano così… è proprio una chiavica infotografabile.

Ed ora la terza puntata di Tomma e la fauna locale: oggi si avvicina l’adirato bue muschiato placato con tecniche apprese in Australia

Il viaggio riprende arrivando a visitare il castello di ‘Bob’… Sinclair e la pioggia non molla la presa

Ma per fortuna la buona compagnia non mancava

La fa me si comincia a far sentire e per chilometri non si vede l’ombra di un supermercato, quando finalmente ne compare uno che promette pasti caldi e leccornie varie. Al comando di “al mio via scatenate l’inferno”, i tre entrano dentro e di cibo commestibile neanche l’ombra, così per placare almeno l’abbiocco si compra il solito bibitone di giornata che raggiunge il risultato voluto…

Poche curve in paese ed ecco apparire la meravigliosa insegna Co-Operative

Una volta acquistato il necessario per sopravvivere ci si può fermare a mangiare

cogliendo l’occasione per fare qualche foto al panorama

Si macinano un po’ di chilometri per arrivare ad Inverness

e raggiungere il famigerato lago di Loch Ness per cercare di avvistare Nessie.

All’uscita del castello arriva il momento della prova giornaliera per Golden che quasi pensava di eesersela scampata: la prova di resistenza al dolore fisico…

Arriva così l’ora di trovare un riparo per la notte che non sia la grotta del bue muschiato di prima, la sorte questa volta ha regalato ai due magnifici rettori del forcellone e al dolorante allievo appena investito un bellissimo ostello con tanto di bagno nella camera enorme.

Abbandonati i ormai ripudiati panini che dal continente ormai tutti schifano, si cena con un misterioso piatto a base di carne e sfoglia, tanto amorevolmente cucinato al forno.

Prima di andare a dormire, forse la ricerca di Nessie ha una svolta lontano dalle sponde del lago…

… e anche se di Nessie non si dovesse trattare, sicuramente questo mostro turberà la notte che ormai è arrivata…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...