Una tranquilla giornata… con il botto

Da: Bodo (Lat.  67.29°N)
A: Sandvik (Lat.  65.94°N)
Km parziali: 423
Km totali: 4683
Tempo: Variabile
Temperatura: 18-26°C
Condizioni LostBikers: Smiling76 Buone, Tomma7 Azzoppato
Condizioni Moto: TDM ammaccato, Hornet come al solito

L’inizio della giornata è come da consuetudine quando si ha a disposizione un buffet: i LostBikers fanno colazione con la solita intenzione di procacciarsi pranzo e cena e poi via per una giornata che promette molte soste fotografiche.

Si parte per caccia…

11072009-DSC_0002

Il pane…

11072009-DSC_0008

Il formaggio…

11072009-DSC_0006

Il Salame…
11072009-DSC_0007

Il panino pronto…

11072009-DSC_0010

Stocaggio
11072009-DSC_0012

Prima a sosta prevista per visitare il gorgo più grande del mondo: uno strano fenomeno per il quale vengono mossi milioni di metri cubi di acqua da un fiordo all’altro per l’effetto della marea. Pare che questo fenomewno ci sia ogni 6 ore… quindi, figurati se ci sarà la fortuna di poter vedere qualcosa! Ed invece, anche grazie ad un fantastico parcheggio che non viene descritto per pudore, i LostBikers vengono premiati!

11072009-DSC_0043

11072009-DSC_0046

Si rimonta in sella e si percorre la Kristiksveien, la panoramica strada costiera che ci porterà a destinazione.

11072009-DSC_0055

Alle 13.00 pausa pranzo con i soliti panini rubati…

11072009-DSC_0078

Giusto per non perdere assolutamente l’abitudine, ci sono da prendere anche due traghetti! Scesi dal secondo però accade il fattaccio: le due moto cominciano a scarseggiare di carburante e quindi si devia per un paesino che dista pochi km dalla strada principale, dove le pompe sono assolutamente a secco. I LostBikers decidono allora di tornare sulla strada maestra, nella speranza di giungere in una località che abbia ancora benzina. In prossimità dell’incrocio che ci ricongiunge alla strada maestra Tomma7 affronta la curva, fortunatamente a bassa velocità, ma nel bel mezzo della stessa, un corposo strato di ghiaia fa perdere l’anteriore al bikers che finisce rovinosamente a terra, pronunciando un insieme di sproloqui irripetibili uditi attraverso l’interfono da Smiling76, che è stato spettatore della scena.

Attimi di paura, Smiling76 abbandona la sua moto in mezzo alla strada per andare a soccorrere l’amico rimasto offeso. Nel frattempo arriva un paio di ragazzi locali a sincerarsi delle condizioni di Tomma7, che sembra avere una gamba decisamente messa male perche rimasta sotto la moto nella caduta. I ragazzi tentano un approccio in lingua inglese con Smiling76 che, già completamente nel pallone di suo, non riesce a comprendere una sola parola, quindi stoicamente Tomma7 rassicura i due Norvegesi sul suo stato di salute, quindi niente ambulanza o macellai vichinghi pronti ad amputare arti a caso.

Smiling76 nel frattempo solleva insieme ad altri locali giunti sul luogo, la moto di Tomma7 che riporta la rigatura di uno stelo della forcella, la carena laterale e per fortuna il bauletto ha fatto da scudo alla parte posteriore della moto, rovinandosi lui.

11072009-DSC_0115

Tomma7 seduto sul ciglio della strada intanto stava facendo un autochechk-up delle proprie condizioni fisiche: il bollettino medico parla di una profonda escoriazione lacero-contusa sul piede destro causa devastazione dello stivale (e per fortuna che aveva lo stivale), una contusione e distorsione della caviglia, del ginocchio e della chiappa destra, insomma tutta la parte destra è un pò malconcia.
11072009-DSC_0111

Una volta sincerati delle condizioni di Tomma7 e della moto, il bikers come un gladiatore che non si arrende mai decide di continuare il suo tragitto per arrivare all’ostello… d’altra parte ci sono ancora solo 200 km ed un altro traghetto da prendere!

Si ripara alla bene e meglio lo stivale con il nastro americano e si riparte

11072009-DSC_0113

Nonostante l’accaduto la truppa cerca di tenere alto il morale sparando stronzate a ripetizione:

Ora puoi fare le fiamme rosse sulle fiancate della moto, se non volevi fare del trekking bastava dirlo, se continui a dire cazzate ti ammazzo, ecc.

 La sfortuna sembra avercela un po’ con i nostri eroi, ma come tali loro non si arrendono e continuano ad andare per la loro strada incuranti di ciò che è successo ed a dimostrazione di questo, continuano a fermarsi ad ammirare le meraviglie che la natura offre al loro sguardo

11072009-DSC_0117

Ovviamente per fotografare Tomma7 deve adattarsi a nuove tecniche

11072009-DSC_0141

Ormai non resta che dirigersi all’ostello, cosa non semplice da fare! Infatti solo alle 22.30 i LostBiker riescono a portare le loro stanche e ferite membra in una stanza calda. Tomma7 comincia una verifica totale del proprio corpo, mentre Smiling76 con un inglese maccheronico riesce a farsi dare del ghiaccio dalla signorina della reception.

La giornata gloriosa termina qua, ora non gli resta che consumare la cena identica al pranzo e preparasi alla notte che darà nuovi consigli al viaggio dei due bikers.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...