Partenza on the road

Oggi la sveglia suona decisamente presto: bisogna abbandonare Amsterdam per cominciare il viaggio on the road per dispensare demenza in giro per tutti i Paesi Bassi.

Come zombie degni di the walking dead ci si appresta a fare colazione con l’entusiasmo di una processione funebre.

01_IMG_1198.jpg

Assumere qualche ettolitro di caffè ha però gli effetti voluti: come invasati fatti come cocchi ci si catapulta fuori dall’hotel scattanti più che mai.

02_IMG_1202.jpg

In men che non si dica di raggiunge così la fermata dell’autobus.

03_IMG_1203

Giunti in aeroporto si completano immediatamente le pratiche per il noleggio dell’auto e, per non far salire troppo il livello di sangue nella caffeina, si pone subito rimedio scroccando un cappuccino con nonchalance all’ufficio del noleggiatore.

04_IMG_1206.jpg

Percorrendo una distanza pari alla circonferenza terrestre, si raggiunge con semplicità il parcheggio che molto amorevolmente è stato posizionato dalla parte opposta dell’Olanda rispetto agli uffici nel terminal dell’aeroporto. Alla fine della maratona, il mezzo di locomozione è finalmente conquistato.

05_IMG_1207.jpg

L’obiettivo della giornata è spargere demenza per la regione del Waterland, a cominciare dal piccolo paese di Broek.

06__TOM0903.jpg

Qui il vecchio saggio Tomma impartisce a Daddy un serio monito di stare attento all’ortica presente a bordo strada. L’esperienza di qualche giorno prima d’altra parte è stata una lezione davvero istruttiva.

07__DSC7160.jpg

Daddy sembra però aver appreso appieno il concetto e può dedicarsi a nutrire le sue amiche caprette evitando sapientemente il pericolo.

08__TOM0899.jpg

Quel decerebrato di Tomma invece, non appena finito di parlare con il figlio affonda il proprio zampone nell’erba urticante… Ortiche – Tomma 2 – 0.

09__DSC7157.jpg

Yobby e Daddy, minimamente preoccupati per la sorte dell’usurpatore di figure ignobili, vanno a prendersi un gelato nell’unico bar di Broek posto, al fine di ottimizzare gli spazi, esattamente nella chiesa del paese.

10__TOM0906.jpg

La seconda tappa di giornata è l’isola di Marken dove purtroppo si deve fare fronte ad una brutta sorpresa: la strada per il faro è chiusa al traffico. Per nulla abbattuti i 3 dementi irrecuperabili pongono rimedio cambiando mezzo di locomozione.

11_IMG_1220.jpg

I novelli Cipollini e Pantani messi insieme raggiungono così lo scopo.

12__TOM0924.jpg

Oltre ad ingurgitare alimenti a caso mascherandoli da pranzo, la sosta al faro è utile anche per ibernarsi i piedi e compromettere così irreparabilmente la circolazione negli arti inferiori.

13__TOM0918.jpg

14_IMG_1213.jpg

Il gregario Tomma richiama però all’ordine il resto del gruppo e, dopo essere risaliti in bici, tira la volata per tornare velocemente in paese.

15_IMG_1224.jpg

Più che di impresa sportiva però, si può parlare di tirchieria per evitare di pagare ore aggiuntive di noleggio.

16__TOM0951.jpg

Risaliti in auto bastano davvero pochi chilometri per raggiungere Edam dove, appena scesi, Yobby si preoccupa di procacciarsi la cena.

17_IMG_1236.jpg

Dopo la pedalata, stanchi peggio di aver affrontato il peggiore dei tapponi dolomitici, in paese ci si può abbandonare ad un po’ di relax sotto il sole.

18__TOM0970.jpg

Come ormai solito fare, anche in questa occasione Tomma sparisce anche se questa volta non è per esplorare a fondo il quartiere a luci rosse. Verrà infatti recuperato ore dopo, solo quando verrà cacciato a pedate fuori da un negozio per aver mangiato l’equivalente di 3 forme di formaggio in assaggi.

19_IMG_1240.jpg

La sera ormai si avvicina e così si è costretti a raggiungere la sistemazione delle prossime 2 notti a Rustemburg. Dopo 2 scalinate degne di una scalata in parete in alta montagna…

20_IMG_1246.jpg

… la stanza è però raggiunta.

21_IMG_1243.jpg

Ci si sistema e ci si cerca di rilassare ognuno come meglio crede: Yobby sotto la doccia, mentre Daddy mangia…

22_IMG_1249.jpg

…  Tomma finge di godersi l’ennesimo cappuccino, avendo però in mente ben altro.

23_IMG_1248.jpg

Come ormai consuetudine in questa vacanza, approfitta di un momento di distrazione del resto del gruppo per scappare alla ricerca disperata di mulini a vento.

24__TOM1020.jpg

La fuga per fortuna è breve e il fuggitivo riesce a tornare giusto in tempo per la cena all’aria aperta che sarà a base di panini all’aringa, in puro stile autoctono.

25_IMG_1270.jpg

26_IMG_1277.jpg

Daddy preferisce estraniarsi da questo scempio alimentare e si dedica al gioco.

27_IMG_1259.jpg

Divorata la cena, delle aringhe non resta altro che la puzza indelebile di pesce sulle mani che potrà essere debellato solo con una amputazione bilaterale.

La giornata è agli sgoccioli e non resta altro che farsi 2 passi godendosi il tramonto nei dintorni dell’albergo…

28__TOM1075.jpg

29__TOM1054.jpg

30__TOM1067.jpg

… prima di far ritorno alla base e poter così svenire definitivamente.

31_IMG_3017.jpg

Da: Amsterdam
A: Rustenburg
Km parziali: 105
Km totali: 105
Posti: Broek in Waterland
Marken
Edam
Mulini di Molendijk
Notte: De Gouden Karper
Temperatura: min 18 max 24
Meteo: Sereno
Note:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...