Una Pasqua nauseante

Da: Hamnøy
A: Bodø
Km parziali: 19
Km totali: 1382
Posti: Hamnøy
Notte: Bodø Vandrerhjem
Temperatura: 4 – 6
Meteo: Sereno, neve
Note:

Colti da mestizia estrema, oggi ci si alza per quello che è il giorno in cui si comincerà la ridiscesa verso l’europa meridionale. Per fortuna il cibo porta conforto: si piomba come avvoltoi su brioches che hanno un contenuto tale di zuccheri da fermare il sangue nelle vene e saltare le capsule.

01

Dopo la colazione, con atti di sano nonnismo, si obbliga giustamente il più piccolo a finire di fare le valigie per tutti.

02

Sembra un miracolo (per non dire una grande botta di culo!), ma anche stamattina c’è il sole e non si può non fare un ultimo gito per l’isoletta di Hamnoy

03

04

05

Neanche l’ultima mezza giornata alla Lofoten può fermare i due certificati rompibelino, che questa volta vanno a molestare una famiglia intera direttamente in casa loro. Come se questo non bastasse, quel laido bastardo di Tomma, sfrutta la verve oratoria di Franz per distrarre al punto giusto i proprietari di casa e finire in un attimo tutte le risorse alimentari, terminando lo scempio ingurgitando una torta intera di fronte alla povera vittima, che, schifata, non può fare altro che mettere mano alle ultime riserve di cibo presenti.

06

Intanto alla rorbu, da ottimi genovesi, ci si da da fare per evitare di spendere 50€ per le pulizie finali.

07

Nonostante la colazione pantagruelica, stranamente a mezzogiorno viene nuovamente lo sbrano a tutti. In particolare Yobby si getta senza criterio e pudore alcuno sui gamberetti…

08

Mezzo metro di un leggero panino farcito con un salmone vivo pare essere il pranzo ideale per affrontare la traversata in traghetto al pomeriggio.

09

10

Oggi per di più è Pasqua e non ci si può esimere dall’ingurgitare due etti di cioccolato pro capite! I più piccoli del gruppo sembrano comunque apprezzare le uova di cioccolato norvegesi…

11

… anche i più grandi, almeno in teoria, apprezzano un sacco…

12

… ma chi veramente apprezza con il pathos dovuto è l’ormai psicoleso Franz.

13

Il tempo nella rorbu che ha ospitato la combriccola per 8 giorni è ormai finito; un’ultima foto e si va via verso il molo per il traghetto per Bodo.

14

Ovviamente è Davide a guidare, comodamente appostato sul volante utilizzando come appoggio unico le povere palline di Tomma, che si sbriciolano con conseguenti fiumi di lacrime.

15

Si sale sul traghetto e nonostante sia il primo passo del ritorno a casa, l’umore è davvero ottimo. Nessuno poteva immaginare che da lì a poco, tutto sarebbe tragicamente cambiato…

16

Infatti il viaggio di 3 ore e mezza in traghetto regala un mare forza mille!

17

I piccoli vengono preventivamente stesi con l’artiglieria pesante, mentre tutti gli altri restano in balia delle onde.

Yobby resiste con onore. Gaia, al primo moto ondulatorio probabilmente ancora attraccati in porto, corre in bagno per svomitazzare. Tomma invece viene assalito dalla nausea: i colori della sua faccia vanno dal giallo al rosso, rosso pompeiano, arancio aragosta, viola, viola addobbo funebre, blu tenebra. Sul blu tenebra per precauzione si procura al morituro l’unico sacchetto d’emergenza presente in zona.

Nel momento del massimo moto ondoso del mare, il traghetto pare ribaltarsi, nel bar si polverizzano tutti i piatti ed i bicchieri, ma soprattutto il bambino vicino 18Tomma inizia a dare segni inequivocabili dell’imminente tragedia di stomaco. Tomma, ormai quasi ripreso, gli porge il proprio sacchetto ed il povero bambino ormai in stato confusionale, apre il sacchetto dal fondo e si lascia andare in modo sconsiderato, inondando tutto e tutti.

Tomma, per le nefande esalazioni, muore.

19

Nonostante la situazione, dopo poco però ci si riprende e Tomma e Yobby ritornano alle buone e vecchie abitudini: in traghetto, con mare in tempesta è sempre meglio gonfiarsi a più non posso di cibo!

20

Alle 19 si arriva a Bodo e si raggiunge l’ormai conosciuto ostello della città. Per continuare l’andazzo della giornata, ovviamente ci si mette subito a cenare. Gaia si mette subito da fare con suo fratello per dargli la pappa…

21

… ma Davide la manda a quel paese, passando ad alimenti ben più soddisfacenti… a partire da un bel birrozzo come aperitivo…

22

… per poi continuare con due spaghi!

23

Tutti stanchi morti per la giornata, per domani si prevede una tragica sveglia alle 4.30, così per una volta non è Tomma ad immolarsi sull’altare delle proprie memorie, ma è Davide a prendere possesso della tastiera e scrivere…

mndvn-nfvfvjhgheghnfmòpwqeihujtoiutoiuogjòkjhfòkjvszlkjhiureyt8y jfbljrbj 45987erkgju98uòoeivuj ijòdfjgòlkjhreoijoi5gklkflkjgoivuu7987uioigjdfjnv iorjgn hgpeihgkjlh nupithgpoihm oirgp ghp thgnppetrgnh  ptoigèpwu98u3u409hiewjhah

24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...