Il Preikestolen

Da: Sandnes
A: Preikestolen
Km parziali: 45
Km totali: 2499
Tempo: Nubi sparse
Trattativa Smiling: In attesa di risposta

Oggi sarà una giornata decisamente insolita: sveglia ad un’ora decente, pochi chilometri da fare in moto e soprattutto un tempo che per una volta non promette pioggia! Non che sia sereno, ma sembra comunque un miracolo.

Dopo la sveglia, uno sciame di cavallette si abbatte sulla sala per la colazione!

Tomma si riscopre un artista della marmellata…

Con tutta calma si parte e non appena Tomma vede un marchio amico, si ferma a fare benzina e comprare preziosa acqua (ovviamente al sapore mirtillo) per l’escursione di oggi.

I pochi chilometri passano veloci ed è il momento di prepararsi per la camminata; l’ostello alle 11 è ancora chiuso e quindi si ricorre ad uno spazio dove chiunque può lasciare quello che vuole, con l’ottimismo di ritrovare tutto al ritorno! Ma siamo in Norvegia e qui le cose non sono proprio come in Italia… per fortuna!

Si attacca la salita al Preikestolen che non è proprio una passeggiata: 4 km per 600m di dislivello in mezzo anche a pietraie e zone paludose.

In 2 ore e mezza si arriva al beneamato sasso sul fiordo e questa volta il tempo è clemente! Tomma, che ha portato tutta l’attrezzatura fotografica (più di 5 kg di roba) con un monospalla, presenta una inquietante inclinazione da un lato!

Finalmente è il momento di un po’ di inedito relax… e del solito pranzo a base di panini!

Dopo il luculliano banchetto signorile, Tomma sparisce con l’obiettivo di trovare nuove postazioni per fare foto. Tenta di arrivare in cima al monte sopra al Preikestolen, ma dopo tanto pellegrinare deve desistere ammettendo di non avere l’attrezzatura adatta per la scalata. Ci si deve accontentare…

C’è anche il tempo per osservare con curiosità le simpatiche abitudini alimentari di Bastian, simpatico bambino ciccione e super cazziato dai genitori ad ogni suo movimento

E la cugina ubriacona di Bastian.

Poco prima di scendere, Tomma si fa prendere dal raptus del panorama e si lancia sul bordo del baratro… dimenticandosi di soffrire di vertigini!

La discesa è faticosa, ma si arriva alla fine e l’ostello è conquistato… Roby con un ginocchio dolorante… Tomma sempre più storto! E la giornata si conclude con un ultima cena in terra norvegese.

La vista allevia i dolori fisici dei due rottami!

E domani comincia la lunga cavalcata verso sud…

P.S.: per l’avvocazzo… questa tipa ha chiesto di salutarti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...